Pesaro. 22 Settembre 2014. L’associazione delle Sentinelle dell’Energia segnala gli importanti eventi mondiali a sostegno del Clima e anticipa la prossima attivazione, con il patrocinio dell’Assessorato alla sostenibilità, dei primi gruppi di acquisto per le tecnologie ad alta efficienza e per la promozione delle energie rinnovabili.

Photo Taken at 21/09/2014 NYC Climate March

Photo Taken at 21/09/2014 NYC Climate March (fonte flickr)

Il 21 e il 23 settembre sono date molto importanti per la definizione delle strategie future e degli impegni vincolanti a livello globale per la mitigazione dei cambiamenti climatici. Da questi appuntamenti, dovrebbero emergere più delineate le posizioni dei vari capi di Stato in merito alle misure che dovranno essere intraprese, a partire dal 2020, per cercare di evitare il superamento della pericolosa soglia di innalzamento della temperatura media globale di oltre 2° C rispetto ai livelli preindustriali.

L’associazione di promozione sociale delle Sentinelle dell’Energia, con sede a Pesaro, appoggia l’iniziativa, cercando di darne risalto mediatico nel territorio, e ne approfitta per anticipare la prossima attivazione dei primi gruppi di acquisto locali per tecnologie ad alta efficienza e per la promozione delle energie rinnovabili, avviati con il patrocinio del Comune di Pesaro.

Il 21 settembre ha visto la mobilitazione di centinaia di migliaia di attivisti per il clima, in marcia per le piazze di tutto il mondo per sensibilizzare e spronare i capi di Stato ad assumere impegni decisi e determinanti per limitare l’incremento della concentrazione di gas a effetto serra in atmosfera. Il punto nodale era la cittadina di New York, presso cui il Segretario Generale dell’ONU, Ban Ki Moon, ha convocato per il 23 settembre un Summit sul Clima che riunirà i capi di Stato di tutto il mondo, le imprese leader a livello globale e la società civile.

La situazione non è per nulla rosea. Il gruppo intergovernativo di esperti sul cambiamento climatico dell’ONU (IPCC), infatti, nel Quinto Rapporto di Valutazione sui Cambiamenti Climatici, ha evidenziato come vi sia il 66% di probabilità che mantenendo la concentrazione di CO2 equivalente al di sotto delle 450 ppm entro l’anno 2100, la temperatura media globale rimarrà al di sotto dei 2° C. Di recente, il “Greenhouse Gas Bulletin” della World Meteorological Organization, ha evidenziato come nel 2013 si sia registrato il livello record di 396 ppm e che, mantenendo il trend di consumo attuale, le emissioni di CO2 continueranno ad aumentare al ritmo di circa 2 ppm all’anno.

“Noi non vogliamo soffermarci sul problema”, dichiara Davide Bianchini, rappresentante legale della piccola associazione delle Sentinelle dell’Energia che riunisce attualmente 13 soci, per la maggioranza giovani sotto i 30 anni, “e abbiamo chiesto e ottenuto dal Comune il patrocinio per promuovere dei primi gruppi di acquisto nel nostro territorio.”

Si tratta di tre gruppi di acquisto. I primi che partiranno, indicativamente dai primi di ottobre, con una postazione fisica tenuta una volta a settimana presso lo Sportello Energia del Comune, riguardano da una parte il gruppo di acquisto GALED, ovvero il gruppo di acquisto di lampadine a LED ad uso domestico, equivalenti alle vecchie incandescenti da 60 W, e di faretti LED installabili nei negozi, equivalenti ai vecchi faretti alogeni da 50 W ; dall’altra, avremo il gruppo di acquisto GABER, per la stipula di contratti agevolati per la fornitura di energia elettrica 100% verde.

“Troverete tutte le informazioni sul nostro sito internet, www.grupposelene.net. I gruppi vogliono essere una prima esperienza pilota. Per quanto riguarda il GALED, è importante tener conto di due fattori. Il primo, è il ritorno economico dell’investimento. Le lampadine a LED equivalenti alle vecchie incandescenti da 60 W non si trovano a prezzi inferiori ai 10-15 € l’una, se non nel caso di prodotti di bassa qualità o in caso di offerte speciali temporanee. Per questo, noi cercheremo di orientare le famiglie verso la sostituzione delle sole lampadine di casa che vengono utilizzare di più durante il giorno. Passando da una incandescente da 60 W ad una a LED da 10 W, il risparmio di energia che si ottiene è dato dalla differenza di potenza, per il numero di ore in cui la lampadina si tiene accesa. E’ evidente che per una lampadina che si tiene accesa in media 3 ore al giorno, il rientro della spesa avverrà in circa un anno, mentre per una lampadina tenuta accesa 1 ora al giorno, il rientro richiederà 3 volte più tempo. Il secondo fattore riguarda il cosiddetto effetto rimbalzo o “rebound effect” e sta ad indicare che non sempre l’introduzione di tecnologie più efficienti comporta una riduzione dei consumi nel lungo periodo, in quanto aumentano il tempo e il numero di dispositivi impiegati. Basti pensare al crescente impiego, per numero e ore del giorno, delle lampadine nelle bancarelle di certi mercati e fiere di vario genere, o al fatto che piano piano stiano entrando sul mercato lampadine a LED che illuminano molto più di quanto non fossimo abituati con le vecchie lampadine a incandescenza. Ovvero, se prima una lampadina a incandescenza da 60 W produceva circa 850 lumen, ora capita spesso che vengano proposte come sostitutive lampadine a LED che producono 1200 lumen.

Il GABER invece, interesserà un piccolo gruppo di famiglie che potrà stipulare contratti di fornitura di energia elettrica agevolata, con la certificazione che l’energia impiegata proviene solo da fonte rinnovabile e con la possibilità di risparmiare dai 20 ai 60 € all’anno”.

“Si tratta di cifre modiche, è vero, ma che consentono di sensibilizzare la cittadinanza sull’importanza della promozione delle energie rinnovabili”, osserva Bianchini.

L’Assessore alla Sostenibilità del Comune di Pesaro, Rito Briglia, sostiene l’attivazione dei gruppi di acquisto  promossi dalle Sentinelle, che rientrano tra le finalità  del Piano d‘ Azione per l’Energia Sostenibile (che ha fatto seguito all’adesione del Comune di Pesaro al Patto dei Sindaci) e la cui nascita è stata stimolata all’interno del progetto europeo Sea-r di cui il Comune di Pesaro è capofila.  Tale sostegno si concretizzerà, a partire da ottobre, anche in una presenza informativa delle  Sentinelle presso lo Sportello Energia del Comune di Pesaro.

L’ultimo gruppo di acquisto, ancora in cantiere, riguarderà l’installazione di impianti fotovoltaici, inizialmente solo in ambito residenziale. La scelta della componentistica sarà orientata al bilanciamento fra i criteri di costo, sostenibilità ambientale e sociale.