Immagine di copertina “Marcia per la Pace Perugia – Assisi, 2003”, tratta da wikipedia e rilasciata con licenza CC BY2.0 (https://it.wikipedia.org/wiki/Marcia_per_la_pace_Perugia-Assisi#/media/File:Perugia-Assisi-Peace-March-2003.jpg).

A quasi un mese di distanza dalla XXIII edizione della Marcia per la Pace Perugia – Assisi, tenutasi il 7 ottobre 2018, pubblichiamo in questo post alcune informazioni relative a questa manifestazione.

La Marcia per la Pace è una manifestazione del movimento pacifista italiano. Si svolge solitamente tra fine settembre e inizio ottobre e può avvenire ogni due o tre anni, in un percorso che va da Perugia ad Assisi e che complessivamente, considerando tutte le tappe previste, raggiunge all’incirca i 35 km.

La prima marcia si svolse domenica 24 settembre 1961 su iniziativa di Aldo Capitini, tra i primi in Italia a cogliere e teorizzare il pensiero nonviolento gandhiano. Capitini aveva ideato e promosso la marcia per la pace come corteo nonviolento che testimoniasse a favore della pace e della solidarietà fra i popoli. In quella occasione venne adottata per la prima volta la bandiera della pace e, all’indomani della manifestazione, Capitini fondò il Movimento Nonviolento. Per maggiori informazioni sulla manifestazione, inclusa la cronologia delle marce, si rimanda a https://it.wikipedia.org/wiki/Marcia_per_la_pace_Perugia-Assisi.

Nell’edizione 2018, dedicata alla pace e alla fraternità e con un’attenzione a che “nessuno deve essere lasciato solo” (come recitava il manifesto), si sono contati circa 100’000 partecipanti. Per maggiori informazioni sull’edizione appena svoltasi, vi invitiamo a leggere l’articolo realizzato da Repubblica e disponibile a questo link.