Con questo post vi vogliamo suggerire una riflessione sull’utilità dei forni solari a scatola e vogliamo riportarvi i primi risultati delle nostre prove di cottura.

Buona lettura!

Cosa c’è di più “smart” di un forno solare?

Scimmia che si gratta il capo, come se stesse pensando a qualcosa. E' stata scelta per rappresentare la riflessione su che cosa possiamo considerare "smart" in una abitazione.

E’ lecito chiedersi che cosa siano per noi un edificio o un apparecchiatura domestica intelligenti (fonte immagine pixabay).

Oggi giorno, oltre all’aggettivo “sostenibile”, usato con riferimento all’energia o più in generale ad un qualsiasi prodotto o servizio, si sente spesso usare l’aggettivo “smart” o il corrispondente italiano di “intelligente”.

Pensiamo in particolare ad espressioni come “smart home” o “smart building”, ovverosia casa o edificio intelligente, tipicamente utilizzate per rappresentare un’abitazione dotata di sistemi automatici di controllo del riscaldamento e raffrescamento, oltreché di elettrodomestici comandabili a distanza. Tali sistemi comportano in genere la necessità di dotarsi delle ultime tecnologie a disposizione nel mercato, con tutto ciò che ne consegue in termini di costi e necessità di apprendimento al loro utilizzo.

Un forno smart, ad esempio, è bello perché può essere programmato per accendersi quando più vogliamo. Ci può permettere di cucinare mentre siamo al lavoro e di trovarci la pietanza pronta una volta arrivati a casa; qui, qui e qui potete trovare alcuni esempi di forni smart (vi abbiamo linkato proprio quei marchi e modelli perché sono comparsi tra i primi risultati del motore di ricerca utilizzato).

Se ci piace l’idea di avere un forno che ci cucini le nostre pietanze mentre siamo dediti ad altre

Fotografia di forno a scatola con uovo in cottura.

Prima Prova di Cottura con il forno a scatola di Francesco

attività, perché non optare per un forno solare a scatola?

Grazie alla sua cottura a bassa temperatura e alla sua bassa direzionalità (che significa che possiamo mantenere il forno in una determinata posizione senza necessità di seguire il sole durante il suo moto apparente nel cielo), possiamo infatti lasciare il nostro cibo a cuocere per il tempo richiesto, che va da mezz’ora a diverse ore a seconda del piatto, per poi recuperarlo una volta pronto.

Iniziando a cuocere alle 10 o alle 11 della mattina avremo il nostro piatto pronto per l’ora di pranzo, mentre iniziando verso le 11:30 o alle 12:00 potremo prepararci il nostro pasto per la sera, che dovrà solo essere riscaldato una volta tornati a casa.

L’importante è disporre di uno spazio in giardino, o di un terrazzo o di una finestra ben esposti al sole nelle ore centrali della giornata.

Prime prove di cottura per Francesco e Davide con il forno solare

Negli ultimi giorni le Sentinelle dell’Energia Francesco e Davide hanno fatto le prime prove di cottura con il prototipo di forno a scatola realizzato da Francesco.

Venerdì 8 maggio – cottura di un uovo sodo con pomodorini e affettati

Tratto dal gruppo pubblico di facebook “forno solare pesaro laboratorio open source”

“Oggi una piccola prova per scaldare gli animi!!! Ecco i dati: inizio cottura 12:30 temp ambiente 20 gradi cottura uovo 30min circa abbrustolitura affettati 10 min circa … Ovviamente può fare di meglio …la pentola la tengo inclinata quindi molte cibi non avranno una cottura uniforme ; nel mio caso col mio prototipo voi cuochi inserireste uno spessore per tenere la pentola dritta?” (Francesco)

Lunedì 1 giugno – cottura di uno “sformato di zucchine”

La ricetta dello sformato di zucchine, che altro non è che una frittata di zucchine all’americana, è stata recuperata dal sito del Solar Cooking International Network, dove è indicata con il titolo di “Zucchini Quiche”.

Qui vi riportiamo gli ingredienti, anticipandovi che nel nostro “esperimento” ci siamo dimenticati di usare i funghi!

Zucchini Quiche2 medium zucchini, chopped or shredded2 cups Swiss cheese, coarsely shredded3 to 4 eggs1 cup biscuit or buttermilk pancake mix1/4 cup salad oil1/4 teaspoon Italian seasoning1/4 teaspoon nutmeg1/2 cup chopped onionDiced mushroomsSalt and pepperLightly oil a dark 9-inch round roaster. Beat eggs, stir in the biscuit or pancake mix and seasonings in the bottom of the pan. Add zucchini and shredded cheese and stir lightly with a fork. Cover and bake in a preheated solar oven about 2 hours or until a knife inserted in the center comes out clean. Makes 6 servings.

 

La cottura è durata circa 2,5 ore e il risultato è stato parzialmente soddisfacente. Infatti da una parte siamo riusciti a cuocere la frittata, ma le zucchine non si sono cotte a sufficienza. Inoltre l’ingrediente dei biscotti o del “buttermilk pancake mix”, previsto nella ricetta, ha conferito un sapore troppo dolce al nostro piatto.

Per ottenere risultati migliori, avremmo dovuto:

  • Aumentare la temperatura di esercizio del forno, usando una teglia nera come fondo del forno solare (invece del cartone bianco) e aumentando l’isolamento delle pareti avvolgendo il forno con altro materiale isolante;
  • Non inserire i biscotti come ingrediente;

 

In compenso, siamo riusciti a mantenere la pentola in orizzontale dentro la camera di cottura, a fronte del forno inclinato per favorire un migliore ingresso del sole.

Se volete altre informazioni, potete commentare il post.

Tenetevi aggiornati con i nostri esperimenti!