Buongiorno,

i lavori sui forni solari procedono lentamente ma qualche piccola novità c’è.

Oggi abbiamo applicato un rivestimento isolante al nostro vecchio forno solare a scatola. Il materiale del rivestimento è polistirolo ottenuto dal recupero dei contenitori ittici.

Il maggior isolamento delle pareti e del fondo della scatola infatti permettono di aumentare la temperatura massima del forno. Allo stesso tempo, però, aumenta anche il tempo richiesto dal forno per raggiungere il 95% della sua temperatura massima.

Qualcuno potrebbe essere contrario alla scelta di utilizzare contenitori in polistirolo come rivestimento isolante per il forno. In effetti si tratta di un materiale che, sebbene riciclabile, ha un impatto ambientale particolarmente critico, soprattutto quando abbandonato in mare. Nondimeno, la nostra scelta ha il risvolto positivo di migliorare il fine vita del prodotto, con una destinazione a riutilizzo che non richiede particolari processi di trattamento quali possono essere quelli previsti nelle comuni tecniche di riciclaggio, sicuramente più dispendiose dal punto di vista energetico.

Ad ogni modo, tornando a noi, come potete vedere dalle immagini riportate qui sotto, oggi con il nostro forno a scatola abbiamo raggiunto quasi i 160°C !

Dobbiamo però fare sicuramente di più se vogliamo utilizzarlo bene per cucinare in agosto. Infatti potremmo isolarlo ulteriormente nella parte del vetro di chiusura e potremmo migliorare i riflettori posti sopra di esso.

Nel frattempo, abbiamo ripreso i lavori del nostro forno a parabola in cartone, che erano fermi da parecchi mesi…

Qui sotto potete vedere i preparativi della struttura portante degli spicchi del forno.

 

Grazie per l’attenzione, cercheremo di aggiornarvi quanto prima su tutto!

Le Sentinelle dell’Energia