Forni Solari a Pannello

Per la lettura in inglese, potete andare qui (fonte Solar Cookers International Network).

La presente descrizione dei forni solari a pannello è tratta dalla wiki del Solar Cookers International Network, organizzazione che è il punto di riferimento per la cucina solare nel mondo.

"Clear Air" Kevin MacLeod (incompetech.com)  Licensed under Creative Commons: By Attribution 3.0  http://creativecommons.org/licenses/by/3.0/

 

PRINCIPALI CARATTERISTICHE

I forni solari a pannello funzionano avvalendosi di due principi fisici: (1) la concentrazione dei raggi solari in un volume ben delimitato e   (2) l’effetto serra.

Come forse saprete, la concentrazione dei raggi solari rappresenta la peculiarità dei forni a parabola, mentre l’effetto serra è la peculiarità dei forni a scatola. Per tale ragione, un forno a pannello talvolta è considerato un ibrido fra un forno a parabola e un forno a scatola.

Rispetto ad un forno a parabola, la concentrazione dei raggi non avviene in un singolo punto (il punto focale), ma avviene in un volume ristretto, dove i pannelli riflettenti di cui è composto il forno riescono a concentrare i raggi solari. In questo volume andrà poi inserita la pentola per la cottura.

Siccome la superficie dei pannelli è tipicamente più piccola dell’area di cattura di un forno a parabola, l’intensità di radiazione solare captata sarà inferiore e quindi minore sarà la potenza espressa dal nostro forno. Per questa ragione, in genere un forno a pannello lavora ad una temperatura compresa fra 100 ° C e 110 ° C, specie alle nostre latitudini nei mesi estivi. Esistono tuttavia modelli come il forno Copenhagen, che, sempre alle nostre latitudini, possono raggiungere anche i 130 ° C – 140 ° C nei periodi più caldi.

Per quanto riguarda l’effetto serra, poi, questo si può ottenere posizionando una pentola scura nel volume in cui si concentrano i raggi solari e chiudendo poi la pentola all’interno di un contenitore trasparente, che può essere rappresentato per esempio da una busta di plastica da forno o da un coperchio di vetro.

I forni solari a pannello sono i più semplici da realizzare e tipicamente sono relativamente poco costosi.

Anche per questa ragione, decine di migliaia di questi forni sono in uso nei campi rifugiati. Il modello “Cookit”, promosso dalla Solar Cookers International Network, è il più utilizzato.

VANTAGGI E SVANTAGGI

VANTAGGI SVANTAGGI
Economici Raggiungono temperature più basse rispetto agli altri forni solari
Molti modelli sono ripiegabili per un semplice

trasporto e immagazzinamento

Non possono friggere gli alimenti
Possono essere impiegati per cuocere

il pane o delle torte

 

TIPI DI FORNO A PANNELLO

Nel seguito, si riporta una breve descrizione di diversi tipi di forno a pannello. Per ciascuno di essi, si rimanda poi alla pagina descrittiva più dettagliata presente sul sito del Solar Cookers International Network.


COOKIT

cookit_womanNel 1999 il prof. Roger Bernard presentò questo modello di forno solare, che venne poi modificato dalla Solar Cookers International Network e rinominato Cookit.

Sebbene esistano dei forni a pannello più semplici ed altri che cucinano meglio, il Cookit è diventato molto popolare in quanto facilmente ripiegabile fino ad assumere la forma di un notebook.

Ne esistono molte versioni differenti che apportano piccole modifiche al modello originale.

Per maggiori informazioni sul Cookit, vedi qui.


FORNO A PANNELLO OTTENUTO DAL PARABREZZA

Il forno a pannello ottenuto dal parabrezza delle auto è stato ideato da Kathy Dahl – Bredine.windshield_shade_3

Kathy stava sperimentando l’introduzione di diversi modelli di forni nelle comunità indigene del Messico meridionale dove vive e lavora.

Nell’occasione, si imbatté in un modo decisamente semplice di realizzare un forno solare portatile istantaneo utilizzando il parabrezza di un’auto e convertendolo in un “imbuto” solare.

Per maggiori informazioni su questo forno, vedi qui.


L’ HOTPOT

L’ HotPot è stato sviluppato da Darwin Curtis e Louise Meyer del Solar Household Energy.solar-cooker-design-_dars_diamond

Il riflettore di questo forno è realizzato piegando diversi pannelli di metallo lucido.

Per la cottura, poi, viene impiegata una pentola di metallo nera posta all’interno di una copertura di vetro trasparente.

Darwin Curtis e Louise Meyer hanno vinto un finanziamento dalla Banca Mondiale per la distribuzione dell’ HotPot.

Per maggiori informazioni su questo forno, vedi qui.


IL COPENHAGEN SOLAR COOKER LIGHT

Il Copenhagen Solar Cooker Light è un forno solare molto EcoFuturo_Forni_Solari_18semplice ma efficiente, progettato dalla statunitense Sharon Clausson.

Sharon, impiegando pannelli resistenti rivestiti in vinile riflettente (inizialmente tovagliette vendute dall’Ikea) ha sviluppato questo design molto semplice.

I pannelli riflettenti sono di forma quadrata, sono fissati alla base da un pannello rigido anch’esso quadrato e vengono poi curvati per concentrare i raggi solari.

Il bello di questo forno è che i quattro pannelli riflettenti possono essere mantenuti in posizione semplicemente utilizzando delle mollette per abiti.

Per maggiori informazioni su questo forno, vedi qui.


I FORNI SOLARI A IMBUTO

Il primo esempio di forno solare a imbuto è il Funnel Cooker di Steven Jones.

Questo forno offre diversi vantaggi. Il forno è semplice da costruire e da conservare e permette di sprecare poco materiale per la sua costruzione.

Un problema può essere il supporto per il forno, ma questo può essere risolto semplicemente mettendo l’imbuto in una scatola aperta, come mostrato nella foto. Due piccoli ramoscelli o pietre possono essere posti dietro al forno per mantenerlo nella giusta posizione.

Per maggiori informazioni su questo forno, vedi qui.


Un altro esempio di forno solare a imbuto è il Molly Baker Solar Oven ideato da Molly Baker.

Il forno è realizzato con tessuti rigidi ed il rivestimento interno è un materiale riflettente, probabilmente come quello prodotto da Clear dome Solar.

Quando il forno è aperto e si inseriscono tubi di plastica in alto e alla base del forno, il forno forma un cono rigido pronto per cucinare.

L’ideatore non propone una chiusura trasparente della pentola per creare l’effetto serra, ma si suggerisce di ricorrere ad essa.

Per maggiori informazioni su questo forno, vedi qui.


Un terzo esempio di forno a imbuto molto efficace è il Fun-Panel di Teong Tan da Singapore.Prova di temperatura con contenitore di latta e acqua

Teong Tan si rese conto che un forno solare con un’apertura di 60° cattura la maggior parte dei raggi solari, simile a quanto accade con il

Funnel Cooker.

Ma il Funnel Cooker è instabile senza un supporto aggiuntivo ed è per questo che Teong Tan ha deciso di sviluppare il Fun-Panel, che combina le migliori caratteristiche del Funnel Cooker e del Cookit.

Per maggiori informazioni su questo forno, vedi qui.


I FORNI SOLARI A DOPPIO ANGOLO

I cosiddetti forni solari a doppio angolo sono forni a pannello molto simili a dei forni a parabola, sebbene le dimensioni relativamente piccole non permettano di raggiungere le temperature di cottura molto elevate tipiche dei forni a parabola.

Di seguito si riportano alcuni esempi di forni solari a doppio angolo.


Il Double-Angled-Twelve-Sided solar cooker è un forno solare siluppato da Teong Tan.

Questo forno è riuscito a raggiungere una temperatura di 140 ° C all’interno di una pentola scura vuota in una giornata soleggiata di Shangai, con temperatura ambiente di 21°C.

Al proposito, è bene osservare che Teong Tan non prevede l’impiego di un rivestimento trasparente per la pentola e che la sua introduzione permetterebbe, grazie all’effetto serra, di raggiungere temperature più elevate.

Per maggiori informazioni su questo forno, vedi qui.


Un altro modello di forno solare a doppio angolo è il Parvati Solar Cooker, sviluppato da Ravindrasolar-cooker-design-parvati4
Pardeshi
e da sua moglie Shobha.

Il nome del forno deriva dal nome della nonna del suo inventore.

Al fine di cuocere più pietanze, viene consigliato di impilare le pentole scure, piuttosto che disporle una di fianco all’altra.

Per maggiori informazioni su questo forno, vedi qui.