Sono aperte le iscrizioni per la seconda edizione del Workshop residenziale RESET, “Progettare, Innovare, Riqualificare il Patrimonio Edilizio nella Valorizzazione del Territorio”, che si terrà in Urbino nei giorni 8 – 13 settembre 2014.

Sono previsti crediti formativi per architetti (15) e per ingegneri (50)

Che cos’è RESET? Riportiamo direttamente le informazioni tratte dal sito ufficiale (raggiungibile a questo link):

“R.E.S.E.T. è un incubatore interdisciplinare di idee per la rigenerazione edilizia ed urbana sostenibile, un laboratorio aperto, in cui ricercatori universitari, professionisti, studenti, imprese ed enti locali sono chiamati a vario titolo a fare rete, confrontandosi ed elaborando strategie innovative di intervento.

Esso si configura come strumento per migliorare o acquisire le conoscenze nel campo:
• della valorizzazione sociale ed economica dei beni culturali;
• della progettazione architettonica e urbana sostenibile;
• delle tecniche e tecnologie progettuali e costruttive innovative finalizzate all’efficienza energetico-ambientale dei sistemi edilizi e urbani.”

La prima edizione si è incentrata sullo studio delle opportunità di riqualificazione della cittadella scientifica rappresentata dal campus Enrico Mattei (ex Sogesta) dell’Università di Urbino, per la quale, all’interno di apposite attività di laboratorio, sono stati sviluppati progetti di riqualificazione dei diversi blocchi funzionali componenti l’intero complesso.

Particolare di Progetto del'area Servizi Bar e Mensa (fonte, sito RESET).

Particolare di Progetto del’area Servizi Bar e Mensa (fonte, sito ufficiale RESET).

Quest’anno, RESET vedrà i partecipanti impegnati nell’individuazione e nello studio di soluzioni per la riqualificazione architettonica, energetica e ambientale del collegio universitario del Tridente, commissionato negli anni ’70 dal Rettore dell’Università di Urbino Carlo Bò all’architetto genovese Giancarlo de Carlo.

Il workshop rappresenta sicuramente un’esperienza formativa di notevole spessore, nonché un’opportunità per sviluppare nuovi contatti e rapporti con altri professionisti e studenti impegnati in un settore che a nostro avviso riveste un ruolo di rilievo (in termini economici, ambientali e di prospettive occupazionali) sempre maggiore nel presente e ancor più negli anni a venire.